Arsène Wenger Top 1\’000 – Parte 4

1’000 partite alla guida dell’Arsenal in Premier League, un traguardo che Adrian Durham non ha tardato a salutare definendolo immeritato (il regno di Wenger è troppo lungo di 500 panchine, questo il suo concetto).
Per rendere omaggio al manager francese, ClockEnd Italia lancia una serie di Top 10 che ricordano i momenti più importanti della gestione di Arsène Wenger – nel bene come nel male.
Le migliori vittorie dell’era Arsène Wenger

10.      Arsenal v Everton 7-0, 1° Maggio 2005 – Highbury

Ininfluente ai fini della classifica, la vittoria contro l’Everton è probabilmente l’apice e l’essenza della filosofia calcistica che passerà alla storia con il nome di Wengerball.
Sette gol uno, alcuni dei quali tra i più belli mai segnati ad Highbury, e l’impressione generale di assistere ad una rappresentazione artistica più che ad una partita di calcio. Con Dennis Bergkamp nel ruolo di sublime direttore d’orchestra, Robert Pires e Thierry Henry a trasformare in realtà le giocate immaginate dall’olandese e Patrick  Vieira a dominare il centrocampo, quei ragazzini che rispondono al nome di Robin van Persie, Mathieu Flamini, Cesc Fàbregas e Philippe Senderos hanno assaporato uno dei pomeriggi calcistici più ammalianti dell’era Wenger. Direttamente dal campo.
9.        AC Milan v Arsenal 0-2, 4 Marzo 2008 – San Siro

Quando Emmanuel Adebayor ha mancato un colpo di testa da pochi centimetri, permettendo al Milan di tornare a San Siro con lo 0-0 in tasca, pareva che i campioni d’Europa avessero in tasca la qualificazione.
Il grande Milan di Sheva, Pirlo, Seedorf, Nesta e Maldini non si può sconfiggere a San Siro – dicevano.
Sbagliato, si può eccome.
Una legnata di Fàbregas dalla distanza e un tap-in comodo di Adebayor dopo una fuga incontenibile di Theo Walcott hanno permesso ai Gunners di diventare la prima squadra inglese a battere il Milan a domicilio.
Non la prima in assoluto a vincere a San Siro, però. Ma di questo parliamo più avanti.
“We did it, boss! We did it!”
8.        Arsenal v Barcelona 2-1, 16 Febbraio 2011 – Emirates Stadium

“Arshaaaaviiiiiiiiiiiiiin!!” La prima, grande notte dell’Emirates Stadium. Una vittoria in rimonta contro la miglior squadra del momento, il Barcellona di Pep Guardiola.
Nonchè una delle migliori squadre di tutti i tempi, per quanto mi riguarda.
Sembrava mettersi male quando David Villa ha segnato, i catalani dominavano in lungo e in largo e sembravano sul punto di sfondare.
Però in mezzo al campo un ragazzino di nome Jack Wilshere ha iniziato a giocarsela alla pari con Xavi e Iniesta, il resto della squadra si è rialzata e ha tirato fuori un calcio fantastico, suggellato dalla prodezza di Robin van Persie e dal gol che ha fatto tremare la nuova casa dei Gunners, firmato da Andrey Arshavin.
Un delirio assoluto, una prestazione da brividi e una vittoria preziosa.
7.        Arsenal v Everton 4-0, 3 Maggio 1998 – Highbury
Il primo titolo di Arsène Wenger, arrivato al termine della prima stagione intera da manager.
Non è tanto il titolo a rendere storica questa partita, nè la conquista della FA Cup che ne seguirà, ma è piuttosto il quarto gol – arrivato nel finale per suggellare quel pomeriggio del 1998.
In quella proiezione offensiva di Tony Adams e nel lancio millimetrico di Steve Bould che elude la difesa avversaria c’è tutto il cambio di filosofia che Arsène Wenger ha portato con sè.
E c’è l’indizio di quanto sarà eccitante il futuro del Club sotto la sua guida.
6.        Manchester United v Arsenal 0-1, 14 Maggio 1998 – Old Trafford

L’esito del primo campionato con Arsène come manager sembrava talmente scritto che un allibratore di Manchester aveva già iniziato a pagare le scommesse di chi aveva puntato sul Manchester United campione. Peccato che non avesse fatto i conti con i nuovi Gunners. Un gol di Marc Overmars, propiziato dal giovanissmo Nicolas Anelka, cambia le carte in tavola e suggella il sorpasso in classifica.
Il vento è cambiato in Premier League, è tempo di riscatto per l’Arsenal!
5.        Real Madrid v Arsenal 0-1, 21 Febbraio 2006 – Santigo Bernabèu


Se non si poteva vincere a San Siro contro il Milan, figuriamoci battere il Real Madrid al Bernabèu!
Però se il tuo attaccante si chiama Thierry Henry, se hai cuore da vendere e un’organizzazione tattica perfetta – tutto diventa possibile.
Nel nuovo assetto studiato da Arsène Wenger per la Champions League 2006, l’Arsenal diventa imbattibile in difea (10 clean sheet consecutivi, un nuovo record in Europa) e arriva dritto alla finale di Parigi. L’impresa generale passa per l’impresa di Madrid, ineguagliabile.
4.        FC Internazionale v Arsenal 1-5, 25 Novembre 2003, San Siro

Dopo le prime tre partite della fase a gironi, i Gunners erano virtualmente fuori dalla Champions League. Umiliati in casa dai nerazzurri di Cuper, gli uomini di Arsène Wenger arrivano a Milano con un’unica possibilità: vincere. Un’impresa battere questa Inter, soprattutto in casa, eppure i Gunners se ne vanno da San Siro con cinque gol spediti nella rete di Francesco Toldo e una prestazione superlativa – come molti di voi che c’erano ricorderanno. Per sempre.
3.        Tottenham Hotspur v Arsenal 2-2, 25 Aprile 2004, White Hart Lane

Vincere il titolo è di per sè un’emozione forte.
Ma volete mettere vincere il titolo a casa dei cugini?
Per la seconda volta nella propria storia, l’Arsenal vince il campionato a White Hart Lane, lanciando festeggiamenti selvaggi nella tana del lupo. O meglio, del pollo.
Tra champagne, maglie lanciate in curva, balli e cori, il pomeriggio di Aprile si festeggia un nuovo titolo dopo quello del 2002 – festeggiato anch’esso lontano da casa. Dove? Nel posto migliore al mondo – dopo White Hart Lane ovviamente.
2.        Manchester United v Arsenal 0-1, 8 Maggio 2002, Old Trafford

Dopo il 6-1 rimediato pochi mesi prima (il capolavoro di Igors Stepanovs), la migliore vendetta possibile si materializza il pomeriggio dell’otto Maggio 2002 a Old Trafford.
Nonostante assenze pesanti (Titi Henry, Robert Pires e Dennis Bergkamp su tutti), i Gunners arrivano a Manchester con l’intento di conquistare il titolo sul terreno degli acerrimi rivali: basterebbe un punto, un pareggio anche sofferto contro gli uomini di Sir Alex Ferguson, però i ragazzi in maglia dorata fanno pure di meglio.
Uno a zero grazie al tap-in vincente di Sylvain Wiltord dodici minuti dopo l’inizio del secondo tempo, il settore ospiti di Old Trafford e tutti i pub del nord di Londra esplodono di gioia in contemporanea – la leggenda è scritta!
1.        Arsenal v Leicester City 2-1, 15 Maggio 2004 – Highbury

COMICAL WENGER: “We can go the whole season undefeated”
La predizione di Arsène Wenger non fa più tanto ridere i commentatori e gli esperti che lo avevano preso in giro. L’Arsenal chiude la stagione 2003-2004 senza nemmeno una sconfitta in campionato – una serie che durerà fino alla fatidica partita numero 50, quando il Manchester United e l’arbitro condannano i Gunners alla sconfitta. Gli Invincibili sono nati.
BONUS
Arsenal v Wigan Athletics 4-2, 7 Maggio 2006 – Highbury

Il giorno della lasagna è anche il giorno dell’addio a Highbury, della tripletta di Thierry Henry e di quel suo bacio al prato che tante sfide aveva sopportato in maniera impeccabile. Un saluto al passato glorioso e un salto nel futuro, una vittoria che assicura l’ennesima presenza nella Champions League – per di più a spese dei cugini.
Manchester United v Arsenal 0-0 (4-5 dcr), 21 Maggio 2005 Millennium Stadium

L’ultimo trofeo alzato al cielo da Arsène Wenger e dai suoi ragazzi.
Probabilmente il meno meritato della storia, per questo però ancora più dolce.
I miracoli di Jens Lehmann e la freddezza dei rigoristi hanno fatto la differenza contro uno United superiore in tutto – o quasi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...