Øde a Martin

Meno di una settimana fa mi chiedevo che tipo di giocatore avremmo preso per affiancare Emile Smith Rowe
Oggi, anche se manca ancora l’ufficialità, abbiamo la risposta: Martin Ødegaard.

Il centrocampista norvegese del Real Madrid arriva in prestito fino al termine della stagione, senza opzioni d’acquisto di nessun genere, e andrà a colmare una lacuna enorme, quella che riguarda la posizione di trequartista.

Finalmente Emile Smith Rowe avrà un compagno e rivale con il quale misurarsi, con la speranza che una sana concorrenza faccia rendere bene entrambi.

Nel mio articolo della settimana scorsa mi chiedevo se avremmo puntato su un giocatore già formato e maturo oppure su qualcuno con caratteristiche diverse, abituato a certi palcoscenici ma non troppo ingombrante da fermare l’ascesa di Emile Smith Rowe.

Con l’arrivo di Martin Ødegaard non abbiamo né uno, né l’altro – o entrambi se preferite: il norvegese è il più baby prodigio dei baby prodigi, detiene già una lunga lista di record di precocità e è uno dei talenti più chiacchierati da quando ha mosso i suoi primi passi nel calcio professionistico.

Sentiamo parlare di Martin Ødegaard da così tanto tempo che sembra impossibile credere che abbia appena compiuto 22 anni, eppure il norvegese è ancora un bambino, calcisticamente parlando.

Per assurdo, Martin Ødegaard è un giovane talento in rampa di lancio e un veterano, con le sue 151 presenze in 3 campionati diversi; è un giocatore dal grande potenziale e un prodotto finito, visto che sia al Vitesse che dell’Heerenveen che alla Real Sociedad ha offerto un rendimento regolare – a differenza dei giocatori della sua età: ovunque sia andato – e non parliamo di campionati o squadre minori – si è subito imposto come titolare e centro nevralgico della manovra.

Difficile capire se sarà lo stesso all’Arsenal, lo vedremo presto, ma l’affare mi sembra ottimo perché ci portiamo a casa un giocatore di grande qualità, desideroso di far bene e con una solida storia alle spalle di prestiti andati alla grande.

Parlando di cifre, sembra che l’operazione sarà conclusa sulla base di due milioni di sterline per il prestito e un altro milione per l’ingaggio, interamente a carico nostro fino alla fine della stagione.

Forse avere un’opzione d’acquisto sarebbe stato meglio ma nulla vieterà l’Arsenal e il Real Madrid di sedersi al tavolo, l’estate prossima, e discutere del futuro del norvegese: il giocatore ha voglia di stabilità, Zinédine Zidane sembra non prenderlo minimamente in considerazione e, qualora l’esperienza londinese fosse un successo, la volontà del giocatore potrebbe fare tutta la differenza in un’ipotetica trattativa.

Se invece il norvegese non dovesse intergrarsi alla squadra o adattarsi alla Premier League, tra quattro mesi ci saluteremo con una stretta di mano e il Club avrà perso solo tre milioni, non esattamente un capitale.

A livello tattico, Martin Ødegaard potrà alternarsi con Emile Smith Rowe per il ruolo di trequartista ma potrà anche giocare assieme all’inglese, qualora Mikel Arteta voglia riproporre il 4-3-3 e schierare Thomas Partey davanti alla difesa, con Emile Smith Rowe e Martin Ødegaard mezzali con licenza di attaccare centralmente.

Ciò che mi piace del norvegese è la capacità di tenere palla sotto pressione, cosa che in Premier League è ordinaria amministrazione, e la sua tendenza ad avere già in mente le possibili soluzioni ancor prima di ricevere il pallone. Sono due tratti in comune con Emile Smith Rowe, il nostro personalissimo baby prodigio, con il quale il norvegese dovrà misurarsi per un posto in squadra.

Come detto, un po’ di quella sana concorrenza che è mancata fino a qui e che permetterà a Mikel Arteta di gestire al meglio le energie di ognuno, oltre a sperimentare nuove soluzioni e disporre di nuove frecce nella propria faretra – ad oggi troppo spoglia.

Sopra ogni altra considerazione, Martin Ødegaard è un giocatore di qualità e sappiamo tutti quanto disperatamente abbiamo bisogno di qualità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...