Da 10 a 0 / Wolves v Arsenal

La serata del Molineux ha lasciato tanti rimpianti e una buona dose di rabbia, perché un primo tempo come il nostro avrebbe dovuto garantirci la vittoria. Proviamo a farci una risata, anche se amara, nonostante Pawson, nonostante David Luiz, nonostante Joao Moutinho, nonostante Bernd Leno e una serata che speriamo di riuscire a dimenticare presto.

David Luiz – voto 10
Il nostro dodicesimo uomo in campo, quatto quatto ha zampettato per 46 minuti in giro per il campo, senza infamia e senza lode. Poi a 10 secondi dalla fine del primo tempo, l’arguzia che non ti aspetti: farsi risucchiare come un dilettante fino a centrocampo e stendere con una ginocchiata involontaria il nostro Ruben Neves. Ottima giocata David.

– Come come…?
– Non è l’articolo per il blog dei Wolves? Oops…

I Primi 46 minuti  – voto 9 Sembravamo il brasile di Vavà-Didì-Pelè.

Verticalizzazioni, accelerazioni, sicurezza e aggressività.
Dopo 8 minuti potevamo essere 2 a 0.
Doppio tunnel e tiro di destro di Pèpè che finisce sotto al sette.
Xhaka sembrava Redondo.
Wolves annientati.

Poi non so, mi ricordo solo che mi sono svegliato nel mio letto, stamattina, con una strana sensazione.

Coppia Xhaka-Partey – voto 8
Questi due insieme mi piacciono molto. Sono tranquilli, sereni, padroni del centrocampo.  

Se lo svizzero ha inanellato una serie di prestazioni convincenti, lo deve anche e soprattutto al giocatore ghanese, sempre pronto a verticalizzare e sempre al suo fianco.Se la squadra gira è merito anche di questa coppia ben assortita.

La squadra c’è  – voto 7
Mi sarebbe piaciuto gridare come Guido Meda sul traguardo di ogni motoGP.
Mi sarebbe piaciuto festeggiare questi 3 punti con una birra porter Northern Star di Leeds (che vi consiglio).
Ma purtroppo le cose sono andate molto male per noi.
Il lato positivo è che l’Arsenal c’è, siamo tornati una squadra solida e competitiva e solo gli errori di un singolo hanno portato via una sacrosanta vittoria.

Mikel Arteta – voto 6 Se David Luiz non avesse compiuto un paio di mostruose minchiate nel giro di 12 secondi il voto per il nostro allenatore sarebbe stato ben diverso.

Ma credo che sostituire Lacazette per Gabriel sia stato un grosso errore.
Certo col senno di poi siamo tutti bravi, ma perdere un punto di riferimento là davanti sotto di un uomo è stato deleterio.
L’inserimento poi di Auba per Pépé non ha dato quella scossa alla squadra che forse si aspettava.
Al di là di queste considerazioni, se siamo tornati in corsa in campionato lo dobbiamo soprattutto al nostro tecnico spagnolo.

Il gomitone di Leno – voto 5
Tocco di gomito fuori area ed espulsione.
Non ha nemmeno aspettato il cartellino rosso dell’arbitro che era già in tribuna.
Comunque sempre stiloso.
Un errore grossolano che non inficia il suo status di miglior portiere della Premier, a mio avviso.

Joao Moutinho e quel suo tiro maledetto – voto 4
Porco giuda il gol dell’anno per lui.
E fino a quel momento non aveva fatto nulla, ma proprio nulla.
Però che strenga, palo e gol. Maledetto.
Sono convinto che se quel tiro non fosse entrato i Wolves non avrebbero segnato manco con la matita per i successivi 40 minuti.

3 punti persi – voto 3
I 3 punti ci avrebbero dato un’ulteriore spinta verso le zone alte della classifica.
Avrebbero dato morale prima di una serie di partite cruciali per la nostra stagione.
Ma lo sappiamo fin troppo bene, la palla è rotonda, se hai David Luiz in squadra tutto può succedere, non ci sono più le mezze stagioni, alla tua età saltavo i fossi per il lungo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...