Anteprima: Arsenal v Olympiacos

Olympiacos, atto quarto.
Dopo il doppio scontro della stagione passato, finito in maniera crudele, e la partita d’andata, è arrivato il momento di chiudere definitivamente i contri con i greci – divenuti negli anni uno dei nostri avversari più ricorrenti, in Europa.

L’AVVERSARIO

Comodamente primi in campionato, gli uomini di Pedro Martins arrivano all’Emirates Stadium con un’impresa da compiere e nulla da perdere, un mix difficile da interpretare.

L’assenza di pressioni e aspettative potrebbe liberare la testa dei giocatori e quindi permettere loro di esprimersi in piena libertà, tuttavia il pesante passivo rimediato nella gara d’andata potrebbe fungere da deterrente e impedire alla squadra di credere veramente alla rimonta.

In conferenza stampa sia l’allenatore che l’attaccante El-Arabi – marcatore all’andata – hanno espresso ottimismo e voglia di provarci, pur consapevoli che l’impresa sarà molto difficile.

L’obiettivo, per i greci, sarà di passare in vantaggio in fretta e quindi è plausibile che partano in maniera più aggressiva e spregiudicata, rispetto alla partita d’andata.

La formazione dovrebbe essere molto simile a quella vista la settimana scorsa, con la sola eccezione di Mathieu Valbuena, infortunato. Il difensore senegalese Ba, in dubbio alla vigilia, è recuperato e sarà a disposizione.

CASA ARSENAL
Come affrontare questa partita? Con il North London Derby vinto in rimonta e la delicata trasferta a casa del West Ham all’orizzonte, la tentazione di usare la partita di stasera come occasione per schierare molte seconde linee è grande.

Tuttavia, nonostante il largo vantaggio, speculare su una partita da dentro o fuori come questa, in un contesto nel quale l’Europa League è l’unica possibilità concreta di rimanere in Europa anche la prossima stagione, potrebbe essere un azzardo eccessivo.

Immagino quindi che Mikel Arteta sceglierà una giusta via di mezzo, risparmiando alcuni dei titolari ma mantenendo un’intelaiatura di base abbastanza affidabile da evitare brutte sorprese.

LA FORMAZIONE

Tutti a diposizione di Mikel Arteta, con il solo Bukayo Saka in dubbio dopo essere uscito anzitempo nel derby.

L’incognita di giornata si chiama Pierre-Emerick Aubameyang, che verosimilmente avrebbe dovuto giocare il derby e saltare la partita di stasera, salvo però arrivare in ritardo alla riunione pre-partita di domenica ed essere relegato in panchina.

Lasciarlo di nuovo a riposo, col rischio che perda il ritmo, oppure mandarlo in campo dall’inizio stasera e chiedergli un altro sforzo contro il West Ham? Staremo a vedere, dovessi azzardare direi che stasera lo vedremo titolare.

Se così fosse, a pagare il prezzo sarebbe Gabriel Martinelli, quasi mai impiegato contemporaneamente al capitano; sarebbe un peccato, perché il brasiliano merita di ritrovare il campo dopo tante panchine.

Questi i possibili XI in campo stasera all’Emirates Stadium contro l’Olympiacos: Leno, Bellerín, David Luiz, Pablo Marí, Cédric, Thomas, Ceballos, Willian, Smith Rowe, Pépé, Aubameyang.


A disposizione: Ryan, Hein, Chambers, Holding, Gabriel, Tierney, Elneny, Xhaka, Ødegaard, Saka, Martinelli, Lacazette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...