Scumbags

L’ITALIA È CAMPIONE D’EUROPA!
Oggi è una mattina splendida per noi italiani, probabilmente ancora ubriachi e assonnati dopo la notte del trionfo a Wembley.

Per gli inglesi, invece, è una brutta giornata.
Per tre in particolare, è una pessima giornata: Jadon Sancho, Marcus Rashford e il nostro Bukayo Saka.

Colpevoli di aver affossato il sogno di tutto un Paese, sbagliando dagli undici metri davanti a Gigio Donnarumma, vengono eletti a capri espiatori con una facilità disarmante.
Non importa che abbiamo rispettivamente ventuno, ventitré e diciannove anni, è colpa loro.

Il loro peccato principale non è però aver fallito un calcio di rigore, quanto avere la pelle nera: tutti e tre sono stati bersagliati da messaggi colmi d’odio razziale, ormai diventati un’abitudine in queste circostanze.

Allora via di campagne sui social e hashtags e condanne e facce offese e messaggi di solidarietà, però intanto non cambia nulla: questi ragazzi ricevono i peggiori messaggi dalla peggior feccia umana, che ieri in gran parte non ha fatto che confermare ciò che sappiamo tristemente da tempo: il razzismo in Inghilterra, ma non solo, è endemico, sistemico.

Prendersela con tre ragazzi per aver fallito un calcio di rigore e tirare in ballo il colore della pelle dimostra un tale livello di bassezza umana da lasciar senza parole, a maggior ragione se pensiamo a tutto quello che ha fatto uno di loro (Marcus Rashford) in favore dei bambini in difficoltà a causa della pandemia, e allora diventa difficile non reagire con forza sia nei confronti di chi si macchia di queste ignominie, sia di coloro i quali non prendono le dovute misure.

Twitter e il gruppo di Mark Zuckerberg, che riunisce Facebook, Instagram, YouTube e WhatsApp, non muovono un dito per arginare questo fenomeno vergognoso e sembrano non avere il coraggio di prendere decisioni drastiche, pur di rimettere le cose a posto.
Preferiscono mostrare solidarietà alle vittime, anziché mostrare il dito medio ai colpevoli – come potrebbero e dovrebbero fare.

L’Inghilterra multirazziale, multietnica, multicolore esiste fino a quando le cose vanno bene, poi torna a galla tutto il marciume coltivato in anni di politiche Tory, con il fascismo ed il razzismo latenti che hanno lentamente ed inesorabilmente preso il sopravvento, alimentate da Nigel Farage, Boris Johnson e dalla destra inglese, e che ora la fanno da padrone.

Anni di retorica spiccia sulla sovranità inglese, sui valori storici dell’Inghilterra, sulla potenza di una Nazione (avrebbero messo tre maiuscole, se solo avessero potuto) ed eccoci di nuovo ad assistere a scene raccapriccianti, come quelle viste a Wembley e in tutta Londra prima della partita, e alle campagne d’odio sui social, contro le quali non esiste argine.

I media tradizionali alimentano quest’odio sociale, le piattaforme social restano in silenzio.
Ieri è toccato a Bukayo Saka, Marcus Rashford e Jadon Sancho, in passato è toccato a Raheem Sterling, domani chissà.

Scumbags: loro che si macchiano di certe azioni, sicuri della propria impunità, e voi che non fate niente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...