Frustrazioni

Altri due punti buttati al vento: quanti ancora ne butteremo?
Il canovaccio è ormai tristemente familiare: iniziamo forte, andiamo in vantaggio e poi, senza motivo, ci blocchiamo e lasciamo rientrare in partita un avversario che, con un poco di volontà in più, avremmo potuto mettere velocemente al tappeto.

La vittoria nel North London Derby avrebbe dovuto rappresentare la base sulla quale costruire l’identità della squadra, lo stile di gioco di un gruppo che ne cerca disperatamente uno, ed invece sembra essere stato un exploit temporaneo.

Se il pareggio di Brighton, contro una squadra meglio organizzata e più in palla, ci poteva stare, quello di ieri sera è difficile da mandare giù perché ci riporta indietro di un anno, alle difficoltà incontrate durante la prima stagione intera di Mikel Arteta sulla nostra panchina.

Siamo passivi, non abbiamo idee e quando le abbiamo non riusciamo ad eseguirle in maniera convincente. La mia più grossa frustrazione, però, nasce dalle scelte del nostro manager, che si tratti degli undici titolari o della gestione della partita: i frequenti cambi di modulo, le sostituzioni cervellotiche e/o tardive, l’atteggiamento passivo dopo essere passati in vantaggio e lo scollamento tra i reparti, che diventano insostenibili quando la squadra prova a pressare e diventa lunghissima, sono solo alcuni esempi.

Inizio ad essere insofferente agli errori banali di Nicolas Pépé, al nulla cosmico del nostro centrocampo quando giochiamo col 4-3-3, a Bukayo Saka sprecato sulla fascia sbagliata e a Kieran Tierney che non arriva più sul fondo per crossare, limitandosi al passaggio all’indietro.
Inizio ad essere insofferente alle parole post-partita di Mikel Arteta, che racconta come dovremmo essere più efficaci nel possesso palla, più aggressivi, più offensivi salvo poi assistere impotente a prestazioni completamente opposte alle sue direttive, come se la squadra non fosse la sua.

Il centrocampo del Palace, pur senza grosse individualità, ha preso il controllo delle operazioni in maniera fin troppo semplice, una volta che abbiamo abbassato i ritmi. È frustrante vedere l’Arsenal togliere il piede dall’acceleratore in maniera così lampante e ingiustificata, e permettere a chiunque di tornare in partita e ribaltare le dinamiche di gioco.

Trovo sempre più improbabile che l’Arsenal possa fare meglio dell’anno scorso, se il gioco continuerà ad essere questo, e fatico a credere che Mikel Arteta possa dare la svolta. L’anno scorso, con il cambio di modulo, mi sono detto che le cose sarebbero finalmente migliorate; ad inizio stagione, con gli arrivi di Ben White e Martin Ødegaard, ho creduto che la direzione fosse chiara per tutti, a partire dal manager; ora, dopo aver assistito all’ennesima prova incolore in un momento cruciale, mi dico che gli errori sono gli stessi di sempre e di soluzioni vere all’orizzonte non se ne vedono.

Abbiamo avuto due settimane per preparare questa partita e abbiamo fallito, anzi Mikel Arteta ha fallito perchè non ha saputo prendere le contromisure giuste alle scelte di Patrick Vieira, abbastanza scontate in fin dei conti.

Ancora una volta il sentimento dominante è la frustrazione.

2 pensieri su “Frustrazioni

  1. Purtroppo Arteta non sarà mai ciò che noi tutti speravamo. Stiamo vivendo da troppo tempo fra alti (pochi) e bassi (tanti)! Ha avuto la sua occasione, anzi possiamo dire tranquillamente più di una, quindi è giusto svoltare. Certamente non sarà nella stagione in corso ma per la prossima fossi in Edu o più in alto mi muoverei da subito per bloccare il futuro! La mia scelta/sogno è sempre Erik Ten Hag e la vostra?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...