Game-Stats-Match: Arsenal v Brighton

Ci è voluto un po’ ma la prima vittoria del 2022 è finalmente arrivata.
Tra le mura amiche l’Arsenal riesce ad imporsi sul Brighton Hove & Albion ribaltando un risultato che a fine primo tempo premiava la squadra ospite.

Crisi finita? Ancora troppo presto per dirlo ma dopo una prima frazione di gara povera di idee e concretezza la seconda ci ha lanciato segnali incoraggianti per il futuro.

COS’È SUCCESSO – MATCH REVIEW
Debutto dal primo minuto per Rafaelle, preferita a Lotte Wubben-Moy, e Laura Wienroither, chiamata a sostituire Steph Catley, impegnata in Coppa d’Asia con l’Australia, e Katie McCabe accomodatasi in tribuna per scontare il turno di squalifica.

L’Arsenal mette in campo sin dal primo minuto una certa aggressività ma il possesso palla e i tentativi di arrivare nell’area avversaria si rivelano del tutto sterili. 

Lentamente la fiamma biancorossa inizia ad affievolirsi e il Brighton ne approfitta per portarsi avanti. Al 15’ infatti una punizione di Inessa Kaagman pesca in area Emma Koivisto che di testa spedisce il pallone alle spalle di Manu Zinsberger forse un filino troppo fuori dai pali.

Nel secondo tempo, complice forse un discorso molto accorato di McCabe in visita nello spogliatoio, le nostre ragazze scendono in campo con una luce diversa negli occhi. La squadra sembra più compatta, lucida nelle operazioni e sopratutto cinica. Al 55’, dopo aver seminato il panico sulla fascia sinistra, Beth Mead lascia partire un cross che attraversa tutta l’area prima di trovare Miedema che da distanza ravvicinata converte in rete. La rimonta è iniziata e Beth Mead si prende il primo posto (condiviso con Karen Carney) nella classifica del maggior numero di assist serviti nella storia della WSL (35).

Cinque minuti più tardi il numero 9 inglese decide di coronare la sua ottima prestazione con un goal. Si procura quindi una punizione dal limite dell’area, prende la mira e con uno straordinario tiro a giro manda il pallone nell’angolo a destra dove il portiere non può arrivare. 

Prima del triplice fischio finale Tobin Heath, Viv Miedema e Jordan Nobbs hanno l’opportunità di arrotondare il risultato ma la mancanza di precisione ed un filo di stanchezza lasciano tutto invariato. Finisce 2 a 1.

Player of the Match
Un adorabile faccia da schiaffi che quando si mette in testa qualcosa non la ferma più nessuno. Corre dal primo all’ultimo minuti, lotta su ogni pallone senza mai tirare la gamba indietro e si procura la punizione con cui ci fa vincere la partita. Beth Mead – Voto 7,5

Pic of the Day
Lo sguardo un filino contrariato ed un filino preoccupato di Katie McCabe pescata in tribuna dalle telecamere sul finale del primo tempo.

DOPO PARTITA – WHAT’S NEXT
La Women’s Super League si prende un turno di riposo e lascia spazio alla FA Cup dove questa domenica le nostre ragazze saranno impegnate nel quarto turno contro le London City Lionesses.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...