Adotta un Gunner!

Adotta anche tu un Gunner!
Nove giocatori cercano casa per l’estate, risponderai all’appello?

Bernd Leno, Rúnar Rúnarsson, Héctor Bellerín, Pablo Marí, Lucas Torreira, Ainsley Maitland-Niles, Mattéo Guendouzi, Dinos Mavropanos e Reiss Nelson sono nove giocatori di cui l’Arsenal si priverà l’estate prossima, senza indebolirsi minimamente.

A parte il portierone tedesco, che contro l’Aston Villa ci ha ricordato quanto può essere forte, tutti gli altri sono ampiamente fuori dal progetto tecnico di Mikel Arteta e dovranno essere piazzati in maniera definitiva, pur non avendo un grande mercato. Sono solo tre i giocatori di quella lista ad aver brillato lontano dall’Emirates Stadium ma tutti e tre hanno un’opzione d’acquisto relativamente bassa già inserita nei rispettivi prestiti, quindi ogni sogno di asta milionaria è destinato a morire immediatamente: l’Olympique Marsiglia ha rilevato Mattéo Guendouzi per una cifra vicina agli 11 milioni, lo Stoccarda si appresta a rilevare Dinos Mavropanos per circa 3 milioni e la Fiorentina farà altrettanto con Lucas Torreira, che dovrebbe diventare un giocatore dei viola per un montante non lontano dai 15 milioni.

Bernd Leno è il solo che potrebbe finire al centro di un’asta ma, con il contratto in scadenza nel 2023, le cifre non saranno comunque molto alte, il che è un vero peccato date le qualità del tedesco. In Bundesliga lo riabbraccerebbero volentieri, a patto che l’esborso sia ragionevole. Arrivato per 17 milioni dal Leverkusen, dovrebbe partire per una cifra leggermente inferiore ma comunque onesta.

Il grosso delle nostre entrate, insomma, verrà da qui.

Ainsley Maitland-Niles, la cui cessione era stata accolta con uno stracciamento di vesti collettivo, non ha convinto Mourinho e tornerà alla base per essere piazzato ad un Club di medio-bassa classifica in Premier League per un cifra lontanissima dai 20 milioni rifiutati un anno fa. Dovessimo recuperare la metà di quel bottino, sarebbe un ottimo affare. Discorso simile per Reiss Nelson, i cui problemi di atteggiamento ne stanno limitando l’impiego al Feyenoord, nonostante le qualità siano evidenti. È un peccato perché, se gestiti meglio, avrebbero potuto seguire le orme di Joe Willock e costruirsi una carriera altrove, portando in dote al Club un bel gruzzoletto.

Per tutti gli altri, invece, servirà un miracolo.

Se riusciamo a racimolare anche un solo, maledettissimo penny dalle cessioni di Pablo Marí, Rúnar Rúnarsson e Héctor Bellerín mi toglierò il cappello davanti a Edu, perché non riesco ad immaginare giocatori con meno mercato dei tre moschettieri.

Pablo Marí galleggia a fatica all’Udinese e potrebbe tornare in Brasile; Rúnar Rúnarsson è stato piazzato a fatica nel campionato belga e non eccelle; Héctor Bellerín, che al Betis gioca regolarmente, sembra aver chiuso definitivamente sia con l’Arsenal che con la Premier League, quindi potrebbe rimanere nella Liga.
La puzza di rescissione consensuale, per questi tre, si sente a a kilometri di distanza.

Servirà una campagna monumentale per convincere qualcuno a sborsare tanti soldi per uno dei nostri e ripetere la rapina messa in atto ai danni del Newcastle, soprattutto senza una buona stagione alle spalle o un torneo estivo che permetta ai nostri reietti di mettersi in mostra. Il nostro Direttore Tecnico potrà ricorrere alla English Tax quando sarà il momento di cedere Ainsley Maitland-Niles e Reiss Nelson ma, a parte questo, non ha altri assi nella manica.

Speriamo che Edu Gaspar sia un re del bluff…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...