L’Anteprima: Wolfsburg v Arsenal

Che si tratti di campionato o coppe, nell’arco di una stagione ogni partita a modo suo è fondamentale. Vincere uno scontro diretto fa bene al morale e alla classifica ma se poi non riesci ad andare oltre il pari o addirittura perdi contro una squadra di medio/bassa classifica rischi di bruciare quel vantaggio che con fatica e determinazione ti eri creato. Poi ci sono quelle partite che dai per scontate: una sfida con il TSG Hoffenheim ad esempio, dove farsi buttare era una vera e propria impresa che quasi ti riusciva, oppure la gara di andata di un quarto di finale con il Wolfsburg, habitué della Champions League, che affronti alla pari per 90’ più recupero.

Questo giovedì sera di fine marzo anche Wolfsburg vs Arsenal avrà la sua importanza. Novanta minuti per tornare a giocare una semifinale di Champions League (ultima datata 2013), novanta minuti per dimostrare prima a se stessi e poi a tutti gli altri il nostro valore.

Le avversarie del giorno: Wolfsburg

Dal nostro ultimo incontro non è cambiato quasi nulla, la squadra allenata da Tommy Stroot continua a guidare la Frauen-Bundesliga con un punto di vantaggio sul Bayern Müchen e, soprattutto, continua a vincere. Ultima vittima in ordine di tempo è l’Eintracht Frankfurt, sotto di 4 goal già prima dell’intervallo (risultato finale 1-4). 

La partita ha visto protagonista l’olandese ex Arsenal Jill Roord, autrice di una doppietta, riposo totale invece per Tabea Wassmuth che aveva sbloccato sbloccato il risultato all’Emirates Stadium settimana scorsa.

Casa Arsenal

Se il Wolfsburg ha potuto sfruttare il turnover, il rinvio del North London Derby ha permesso a Kim Little e compagne di beneficiare di un intero weekend per recuperare forze sia fisiche che mentali e proiettarsi direttamente alla sfida della Volkswagen Arena.

Tra i pericoli che Jonas Eidevall dovrà esser bravo ad arginare, oltre ovviamente alla nostra tendenza ad auto-sabotarci sul più bello, se ne aggiungono due assenti all’andata: 

  • L’atmosfera che accompagnerà le squadre, da una parte affascinante dall’altra una carica in più per la squadra di casa
  • I fantasmi inglesi e voglia di rivalsa. Nella scorsa edizione infatti le Wölfinnen sono uscite per mano del Chelsea proprio ai quarti di finale e per quanto le differenze tra noi e loro siano evidenti agli occhi delle tedesche potrebbe apparire come un amaro bis.

Si riparte dunque dal match dell’Emirates Stadium, con un risultato in totale equilibrio ma con la consapevolezza che il secondo round sarà tutta un’altra storia. 

Le nostre ragazze: Il possibile XI titolare

Formazione quasi obbligata date le diverse le assenze con cui dovrà fare i conti Jonas Eidevall: in virtù del cartellino giallo ricevuto nella gara di andata Beth Mead resta fuori dai giochi mentre il rientro di Rafaelle, Mana Iwabuchi e Caitlin Foord sembra infatti destinato a slittare ancora una volta.

Certezze? Poche ma buone, soprattutto se portano (tra gli altri) i nomi di Leah Williamson, Lia Wälti e Viv Miedema.

Predicted Line-Up: Zinsberger, Maritz, Williamson, Wubben-Moy, Catley, Wälti, Little (c), McCabe, Miedema, Parris, Blackstenius.

Subs: Williams, Stenson, Beattie, Wubben-Moy, Boye Sørensen, Wienroither, Maanum, Nobbs, Heath.

Kick Off – Quando e come seguire il match

Come sempre la partita verrà trasmessa in Italia sulla piattaforma DAZN e sul loro canale YouTube. Calcio d’inizio fissato per le 18:45.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...