Nuno o Nessuno

È scelta puramente tattica, ha detto Mikel Arteta. Non sono sicuro di crederci.
Ieri sera Nuno Tavares è stato sostituito all’intervallo, dopo un primo tempo pessimo.

Non è stato il solo ad andare in difficoltà ma la sua passività su entrambi i gol del Crystal Palace e la cattiva gestione del pallone erano difficili da ignorare, quindi Mikel Arteta ha deciso di togliere il giovane portoghese dal campo e sostituirlo con Gabriel Martinelli. Fino a qui non ci sarebbe nulla di male, non fosse che l’ultima partita dell’ex Benfica prima di ieri sera era finita anch’essa anzitempo, addirittura al 34° minuto.

Due bocciature consecutive, benché spaziate di tre mesi l’una dall’altra, sono difficili da digerire, soprattutto al 22 anni appena compiuti.

Forse era davvero una scelta tattica e la prestazione di Nuno Tavares non era peggiore rispetto a quelle di altri compagni e magari il portoghese sarà regolarmente in campo contro il Brighton ma cosa starà succedendo nella sua testa?

Arrivato l’estate scorsa per una cifra vicina ai sei milioni di sterline, il giovane esterno si era subito messo in mostra con una serie di prestazioni scintillanti – soprattutto in fase offensiva – tanto da spingere molti tifosi a chiedersi se il titolare non fosse diventato lui, a discapito di Kieran Tierney. Tra ottobre e dicembre, Nuno Tavares ha giocato sei partite da titolare, delle quali quattro vinte, e mandato a referto un bellissimo assist per Bukayo Saka, in occasione della vittoria interna contro il Newcastle.

Con il rientro di Kieran Tierney, tuttavia, il portoghese non ha più visto il campo: in Premier League ha disputato 53′, compresi i 45′ di Selhurst Park, ai quali si aggiungono i 34′ in FA Cup e i 90′ in Carabao Cup contro il modesto Sunderland.

Quando finalmente arriva la sua occasione, complice l’infortunio al ginocchio di Kieran Tierney, Mikel Arteta gli concede solo 45′ e lo toglie in quello che probabilmente è il momento peggiore vissuto dalla squadra negli ultimi tre mesi, rendendolo de facto il capro espiatorio di una prestazione collettiva semplicemente orribile. Ieri ho scritto di sberle da incassare e questa, per Nuno Tavares, è una bella sventola in piena faccia.

Mikel Arteta deve provare a recuperare Nuno Tavares al più presto, perché l’infortunio terrà fuori Kieran Tierney per diversi mesi, come temuto dal manager spagnolo. Le alternative al portoghese sono tali solo a metà, perché si tratterebbe di spostare Cédric sulla fascia opposta, oppure chiedere a Granit Xhaka di giocare fuori ruolo o magari mettere Takehiro Tomiyasu sulla fascia mancina e uno tra Cédric o Ben White su quella destra.

Tutte soluzioni che finirebbero con lo stravolgere l’assetto della squadra e che, non più tardi della stagione scorsa, hanno fatto deragliare completamente la nostra annata.

Nuno o nessuno, su quella fascia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...