Europa, ô Europa (League)

L’urna ha parlato e ci ha regalato un girone tutto sommato abbordabile.
I nostri avversari, infatti, si chiamano PSV Eindhoven, Zurigo e Bodø/Glimt ed è difficile lamentarsi.

Forse non abbiamo avuto la fortuna dei nostri cugini, che in Champions League hanno pescato avversari che farebbero fatica in Conference League, ma gli unici veri ostacoli tra noi e i sedicesimi di finale sono gli infortuni, la sfortuna, la trasferta al circolo polare artico e una possibile giornata di grazia dei ragazzi di van Nistelrooy.

La nostra avventura europea comincerà in Svizzera, contro il modesto Zurigo, e potrebbe già prendere un’ottima piega se dovessimo battere il PSV in casa, la settimana successiva. Con sei punti già in tasca dopo le prime due giornate, il terribile mese di ottobre che ci attende sarebbe un filo più leggero – con tutto il rispetto per i norvegesi del Bodø/Glimt – che sbarcheranno all’Emirates Stadium il 6 ottobre, subito dopo il North London Derby.
Sono tutte speculazioni, a questo punto, ma ipotizzando di aver fatto l’en plein nelle prime tre giornate, la complessa trasferta in Norvegia potrebbe forse essere considerata un bonus e lasciata ai più giovani, perché incastrata tra la sfida interna contro il Liverpool e la trasferta a Ellan Road, casa del Leeds.

Il nostro calendario è fin troppo compresso per doverci preoccupare di come gestire le sfide sportive e logistiche offerti dalla fase a gironi di Europa League, quindi prima mettiamo in ghiaccio la qualificazione, meglio è. Lo so che tutto questo discorso suona un po’ arrogante ma la mia fiducia deriva dal fatto che questa squadra è a punteggio pieno in Premier League pur avendo utilizzato col contagocce – o proprio per nulla – giocatori come Takehiro Tomiyasu, Kieran Tierney, Fábio Vieira, Albert Sambi Lokonga, Emile Smith Rowe e Eddie Nketiah, quindi mi rifiuto di credere che una “squadra B” con questi giocatori non possa mettere subito al sicuro il passaggio del turno.

Capisco che in tanti preferiscano mostrarsi cauti o si rifugino nella scaramanzia ma, anche in Europa, sono gli altri a doversi preoccupare di affrontare l’Arsenal.

Europa, ô Europa, non facciamo scherzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...