L’Anteprima: Arsenal v West Ham

La Premier League riparte col botto, altro che vacanze!
Stasera, all’Emirates Stadium, riceviamo il West Ham e Moyes, entrambi eterni incompiuti e quest’anno pericolosamente vicini alla zone retrocessione.

LA CONFERENZA STAMPA
  • Tutti disponibili a parte William Saliba, Gabriel Jesus e Reiss Nelson
  • I Nazionali sono tornati freschi e carichi, molti in anticipo rispetto alle attese
  • Emile Smith Rowe ha seguito un programma speciale per tornare al meglio
L’AVVERSARIO

14 punti in 15 partite di campioanto sono pochi per una squadra partita con ambizioni europee. Sebbene il mercato abbia portato Lucas Paquetá dal Lione, Scamacca dal Sassuolo, Kehrer dal PSG, Emerson dal Chelsea (via Lione) e Aguerd dal Rennes, gli Irons faticano tantissimo.

Reduci da tre sconfitte consecutive, due quelle quali in casa contro avversari sulla carta abbordabili come Crystal Palace e Leicester, gli uomini di Moyes faticano a trovare la porta, come testimoniano gli appena 12 gol messi a segno e il terzo peggio attacco del campionato dietro a Wolverhampton (8) e la coppia formata da Everton e Nottingham Forest (11).

La sosta per i Mondiali potrebbe aver fatto un gran bene al West Ham, che ha spesso dato l’impressione di mancare di lucidità e coesione, più che di qualità o esperienza, e il fatto di aver potuto lavorare assieme avrà aiutato molto, in questo senso.

CASA ARSENAL

Tutti pronti e carichi, secondo Mikel Arteta. Thomas Partey, Granit Xhaka, Ben White, Gabriel Martinelli e Bukayo Saka sono pronti a dare il proprio contibuto da subito e questa è la miglior notizia del giorno.

L’infortunio di Gabriel Jesus, il cui rientro non è ancora stato fissato, spalanca le porte a Eddie Nketiah, che però deve convinvere con lo scetticimo di gran parte della tifoseria. Se rinnovi e ritocchi il contratto del tuo attaccante di riserva è proprio per occasioni come queste, quindi per favore date fiducia al nostro centravanti.

Il club resta attivo sul mercato, come confermato a più riprese dal manager spagnolo, ma la priorità sembra essere un esterno offensivo, più che un attaccante puro. Vedremo se da qui a fine gennaio avremo qualche lieta sorpresa.

IL DUELLO CHIAVE

Mercato o no, Bowen resta il sorvegliato numero uno tra le fila del West Ham: il suo duello con Oleksandr Zinchenko potrebbe essere decisivo. Abilissimo nel tagliare verso il centro dall’esterno, l’attaccante del West Ham è equalmente efficace come marcatore che come uomo-assist.

Tutti gli occhi sono su di lui, da sempre un mal aimé tra i tifosi dell’Arsenal. Eddie Nketiah avrà il compito di mettere sotto pressione i centrali difensivi di Moyes in fase di non possesso palla e potrebbe fare la differenza con la sua astuzia e la sua determianazione.

I PROBABILI XI

Ramsdale, White, Holding, Gabriel, Zinchenko, Thomas, Xhaka, Ødegaard, Saka, Martinelli, Nketiah

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...