L’Anteprima: Oxford United v Arsenal

L’Arsenal e la FA Cup, una storia d’amore intramontabile.
Stasera, a casa dell’Oxford United, comincia la nostra marcia verso la 15esima coppa.

L’AVVERSARIO

Quattordicesimi in League One, la vecchia Third Division inglese, dopo aver perso in casa contro l’Exter City, gli uomini di Robison si preparano ad una sfida tanto affascinante quanto proibitiva, dato il divario tra le due compagini.

Il Kassam Stadium, poco più di 12’000 posti a sedere, sarà tutto esaurito per l’arrivo della capolista di Premier League (!) e la squadra proverà a creare una grossa sorpresa, in piena tradizione FA Cup, ed eliminare un avversario di cartura superiore come l’Arsenal, diventando così l’ennesima giant killer della competizione più antica del mondo.

L’Oxford United dovrebbe andare in campo con il solito 4-3-3 e a centrocampo dovrebbe essere confermato Marcus McGuane, cresciuto nel vivaio dell’Arsenal e poi passato, senza fortuna, al Barcellona.

CASA ARSENAL

Il club, in collaborazione con Adidas, ha rilanciato la campagna No More Red per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza all’arma bianca nei quartieri di Londra e scenderà in campo con una divisa completamente bianca, come successo la stagione passata contro il Nottingham Forest.

Mikel Arteta farà riposare molti titolari e darà spazio alle seconde linee, quindi dovremmo vedere in campo Marquinhos, Rob Holding, Takehiro Tomiyasu, Albert Sambi Lokonga e Mohamed Elneny, per citarne solo alcuni. Probabile che in panchina vadano molti giovani, soprattutto attaccanti dati gli infortuni tra i membri della prima squadra.

La grande incognita della serata è Emile Smith Rowe, che si è allenato regolarmente con la squadra ma la cui presenza in campo – che sia da titolare o entrando a partita in corso – non è confermata.

IL DUELLO CHIAVE

Dato il divario tra le due squadre, è difficile trovare un duello che non sia totalmente in favore dell’Arsenal. Tra tutti i mismatch che vedremo stasera, il più pericoloso per l’Oxford United è quello che riguarda Gabriel Martinelli e Dajvan Anderson, terzino olandese che potrebbe non avere i mezzi per contenere il brasiliano.

Come brevemente anticipato più in alto, il vertice basso del centrocampo dell’Oxford United sarà occupato da Marcus McGuane: sarà interessante vedere come se la cava quello che, tre anni fa, era uno dei giovani più interessanti del nostro vivaio, prima di un discutibile trasferimento a Barcellona.

I PROBABILI XI

Turner, Tomiyasu, Holding, Gabriel, Tierney, Elneny, Sambi Lokonga, Fábio Vieira, Marquinhos, Martinelli, Nketiah.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...