Affari Low-Cost

In attesa del weekend, il momento è propizio per qualche considerazione sul futuro.
I risultati di ieri, infatti, hanno stravolto non di poco i piani bassi della classifica.

“E che ci frega?” direte voi. Poco, in effetti, non fosse per le opportunità di mercato che qualche retrocessione illustre potrebbe improvvisamente offrire a Edu e Mikel Arteta. Ricordete infatti come il Liverpool, all’epoca, avesse preso Gini Wijnaldum e Andrew Robertson rispettivamente da Newcastle e Hull City, fresche di retrocessione in Championship, e che impatto questi abbiano avuto per le fortune dei Reds.

Perché non fare altrimenti?

La classifica attuale vede Southampton, Leeds e Leicester destinate a scendere di categoria, anche se Everton e Nottingham Forest non sono ancora fuori pericolo:

Dando per spacciato il Southampton, per la cui retrocessione manca davvero solo la conferma matematica, il Leicester è la seconda maggiore indiziata alla discesa in Championship perché affronterà Liverpool e Newcastle nelle prossime due partite, prima di chiudere contro il West Ham. Improbabile che Foxes, che hanno perso 5-3 a Craven Cottage, facciano punti contro due big, quindi possiamo già dare un’occhiata ad eventuali colpi low cost – se così li possiamo definire nell’assurdo mercato inglese.

Salvo miracoli sportivi, James Maddison, Harvey Barnes, Wilfried Ndidi e Kelechi Iheanacho lasceranno sicuramente il King Power Stadium, oltre a Youri Tielemans, in scadenza, e Caglar Söyüncü, che però ha già firmato con l’Atletico Madrid. Se il fantasista inglese sembra fuori mercato e comunque destinato ad una compagine che gli garantirebbe un posto da titolare, tutti gli altri potrebbero essere innesti interessanti per la nostra rosa: Barnes quest’anno ha segnato 12 gol in Premier League, partendo da esterno d’attacco, Iheanacho potrebbe offrire quella fisicità che manca al nostro reparto offensivo e Ndidi, se inserito in rosa al posto di Mohamed Elneny, garantirebbe ottime qualità difensive a prezzi modici.

Non dimentichiamo che quest’anno ci stiamo giocando il titolo perché in sostanza abbiamo deciso di sacrificare FA Cup, Carabao Cup e perfino l’Europa League, tuttavia la prossima stagione non potremo fare altrettanto, almeno in Europa, e servirà quindi una rosa molto più lunga rispetto a quella attuale.

Se guardiamo al St. Mary’s Stadium, invece, James Ward-Prowse potrebbe decidere di prendere l’ultimo treno per vestire la maglia di una grande e giocarsi la Champions League. A quel punto, l’ipotesi di portare all’Emirates Stadium un giocatore nel picco della propria maturità, tra i migliori in Europa da palla ferma e bravo nelle due fasi, sarebbe intrigante. L’altro nome caldo, anzi caldissimo, sarà quello di Roméo Lavia, gioiellino belga di 19 anni prelevato in estate dal Manchester City: il centrocampista sarà al centro di un’asta di mercato ma i Citizens hanno una buy-back già fissata a 45 milioni e potrebbero decidere di farla valere subito, soprattutto in caso di addio di Gündogan.

Le altre due candidate alla retrocessione, quelle che con ogni probabilità si giocheranno la salvezza fino all’ultima giornata, sono Leeds e Everton: gli uomini di Dyche affronteranno Manchester City, Wolverhampton e Bournemouth mentre il Leeds se la vedrà con Newcastle, West Ham e Tottenham. I due punti di vantaggio dei Toffees e un calendario teoricamente più abbordabile potrebbero fare tutta la differenza in favore di Tarkowski e compagnia, attenzione però alle sorprese.

In caso di retrocessione del Leeds, si profilerebbe uno scenario simile a quello del Leiceser e una sorta di esodo di massa: Illan Meslier, Junior Firpo, Maximilian Wöber, Jack Harrison, Crysencio Summerville, Marc Roca, Weston McKennie, Rodrigo e Tyler Adams lascerebbero Elland Road alla ricerca di palcoscenici più prestigiosi, mentre Wilfried Gnonto e Brendan Aaronson potrebbero restare per guidare la risalita immediata dei Whites.
Di questi, tuttavia, sono pochi i giocatori che potrebbero tornare davvero utili alla nostra rosa: Crysencio Summerville, che ha messo in serie difficoltà Ben White nell’ultima partita tra le due squadre, sarebbe una bella scommessa per l’attacco, anche se l’età media del nostro reparto è già molto bassa e quindi l’olandese non avrebbe grossi sbocchi; l’altro giocatore interessante potrebbe essere Tyler Adams, mediano dalle grandi qualità difensive: l’americano, 24 anni, è 3° in Premier League per contrasti effettuati, 8° per contrasti vinti e 7° per passaggi bloccati o intercettati, numeri che potrebbero far molto comodi per una squadra che affronterà una stagione da 50 partita.

Se invece a retrocedere dovesse essere l’Everton, l’operazione giusta sarebbe riportare a casa Alex Iwobi: maturato notevolmente e passato da esterno d’attacco e centrocampista capace di unire qualità e quantità, il nigeriano sarebbe un’opzione interessante per il ruolo attualmente coperto da Granit Xhaka, per il quale è molto meglio equipaggiato rispetto a Fábio Vieira o Emile Smith Rowe. Il giocatore dell’Everton è un lontano parente di quello che abbiamo lasciato andare e oggi è tra i più prolifici della Premier League in termini di SCA (shot-creating actions), ovvero iniziative che portano ad una conclusione verso la porta avversaria. In un Everton tutto tranne che creativo e intraprendente, Alex Iwobi riesce a creare 3.27 SCA a partita, praticamente le stesse di Bruno Fernandes del Manchester United e molto vicine alle 3.44 dello stesso Xhaka.

Un altro nome interessante in casa Everton sarebbe quello di Amadou Onana, che però costerebbe una fortuna dato l’investimento effettuato dai Toffees un anno fa. Il belga, 21 anni e 192 centimetri di pura potenza, più giocare sia da mediano che da mezzala e ha dominato i nostri centrocampisti a Goodison Park, in occasione della sconfitta per uno a zero del gennaio scorso. Infine, in caso di retrocessione, prepariamoci al solito tam-tam di voci e notizie riguardanti Dominic Calvert-Lewin, sistematicamente accostato all’Arsenal da due anni a questa parte e sicuro partente in caso di discesa in Championship: il centravanti inglese ha sicuramente quella presenza fisica che manca al nostro reparto d’attacco, così come l’abilità nel gioco aereo, però è incredibilmente fragile e sarebbe una scommessa forse troppo grande. Molto dipenderebbe dal prezzo del cartellino, immagino, sempre che l’interesse sia reale, ovviamente.

E il Nottingham Forest? La squadra di Cooper, reduce dal 4-3 ai danni del Southampton, è forse la meno in pericolo di tutte ma, calendario alla mano, rischia di dover soffrire fino all’ultimo: il prossimo weekend affronterà il Chelsea, la settimana successiva ospiterà proprio l’Arsenal ed infine andrà a Selhurst Park, casa del Crystal Palace. In caso di crollo finale, il City Ground si trasformerebbe nel City Market e la situazione potrebbe diventare divertente: quanti dei 26 nuovi acquisti resterebbero? Il club riuscirebbe a recuperare anche almeno una parte degli investimenti effettuati?

I giocatori interessanti, nella rosa del Nottingham Forest, non mancano: Morgan Gibbs-White è un centrocampista dal futuro luminoso, Danilo era già stato accostato all’Arsenal in passato, Felipe, Serge Aurier e Renan Lodi non appartengono sicuramente al Championship così come Jesse Lingard, Remo Freuler o Gustavo Scarpa. Il giocatore che trovo più interessante, però, è Brennan Johnson: l’attacante gallese, ventun’anni, possiede quella versatilità che piace tanto a Mikel Arteta, che potrebbe inserirlo nel proprio reparto offensivo come jolly alla Trossard.

Eccola qui, la lista della spesa, resta da vedere se questo è un mercato che interessa davvero l’Arsenal o se il club guarderà altrove: date le campagne acquisti passate, impreziosite da acquisti provenienti quasi esclusivamente dalla Premier League, sarei stupito se Edu e Mikel Arteta non esplorassero certi sentieri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...