L’Anteprima: Man City v Arsenal

Terzo turno di Premier League e terza sconfitta, probabilmente.Sono un po’ brutale ma di tutte le 38 partite di campionato, questa è l’unica sulla quale ho messo una croce fin dalla pubblicazione del calendario ufficiale. Ovviamente tutto può succedere e nulla è scontato ma, in tutta onestà, per non perdere all’Etihad Stadium serve un allineamento celeste che nemmeno il mago Otelma… Se noi giochiamo la … Continua a leggere L’Anteprima: Man City v Arsenal

Sparring Partners

“A volte mi sembrano partitelle d’allenamento sulle quali non abbiamo nessun controllo.” Parole di David Seaman, pochi minuti dopo il fischio finale che ha sancito la vittoria di misura del Manchester City. Un’analisi tanto succinta quanto completa, perché l’impressione che ho avuto durante la partita contro il Manchester City è che loro potessero farci gol a piacimento, senza che noi potessimo fare granché per arginarli. … Continua a leggere Sparring Partners

Anteprima: Arsenal v Manchester City

Come si affronta la squadra più in forma d’Europa? Si prova a giocare il meglio possibile e si spera che loro vivano la loro peggior giornata dell’anno. L’AVVERSARIO Dodici vittorie di fila in Premier League. Diciassette contando tutte le competizioni. Basterebbe questo dato per raffreddare i bollenti spiriti di chi crede nell’impresa e, se non dovesse essere sufficiente, posso dirvi che Sergio Agüero, Kevin de … Continua a leggere Anteprima: Arsenal v Manchester City

 *Questo articolo è stato originariamente pubblicato, in inglese, su Gunners Town ANDIAMO, FATE QUALCHE GOL! Come se fosse facile… Avendo 37 anni, non ho potuto apprezzare appieno i giorni del boring, boring Arsenal; quando ho incontrato i Gunners per la prima volta, nel 1994, George Graham era spaventosamente vicino alla sua fine – anche se nessuno ne aveva la minima idea. La finale della Coppa … Continua a leggere

Prima ancora di essere un programma televisivo con protagonista il diversamente affabile tuttologo Andrea Scanzi, Accordi & Disaccordi è stato un film di Woody Allen, uscito nel 1999. Il protagonista, Ray Emmet, è un chitarrista jazz ossessionato dal suo grande rivale Django Reinhardt – giudicato il migliore di tutti. Ecco, non vorrei che Mikel Arteta fosse il nostro Ray Emmet e che Pep Guardiola sia … Continua a leggere

“Quando ho parlato con l’allenatore mi ha spiegato perché aveva bisogno di me per tre anni. Era perché vuole qualificarsi per la Champions League e vincerla prima che il mio contratto scada” Parole e musica di Willian Borges, 32 anni, prelevato a parametro zero dal Chelsea. L’ambizione non manca a Mikel Arteta, ormai mi pare chiaro. Quanto quelle fossero parole di circostanza, sussurrate ad un … Continua a leggere

Suerte, Mikel! Parola a Massimiliano

Mikel Arteta è il nuovo allenatore dell’Arsenal. Dopo un tira e molla durato un anno e mezzo, il basco torna all’Emirates Stadium e inizia così la sua carriera da allenatore, dopo l’apprendistato sotto l’ala protettrice di Pep Guardiola. Una scelta coraggiosa, arrivata in un momento particolarmente difficile, che rende la nomina di Mikel Arteta un argomento scottante: un azzardo o un’ottima intuizione? In un mio … Continua a leggere Suerte, Mikel! Parola a Massimiliano

La sconfitta subìta contro il Manchester City non è stata esattamente una sorpresa, vero? Nonostante il periodo di forma poco brillante, infatti, gli uomini Guardiola restano anni luce avanti a noi e la qualità degli uomini in campo – combinata al caos tecnico e societario – è impietosa, quasi umiliante. Come da copione, quindi, il Manchester City ha fatto bottino pieno all’Emirates Stadium per la … Continua a leggere

I cugini meno fortunati hanno appena squassato il mondo del calcio europeo con la loro scelta di esonerare Mauricio Pochettino, di gran lunga il manager più influente della storia moderna del Club, e di sostituirlo con José Mourinho. Tutti gli articoli che sono circolati circa una presunta trattativa tra il portoghese e Raúl Sanllehi hanno finalmente un senso e confermano come, in realtà, José Mourinho … Continua a leggere

Non dico che ci vorrà un miracolo, però per tornare dall’Etihad Stadium con un risultato positivo serviranno una prestazione memorabile da parte nostra e una battuta a vuoto da parte loro. Come successo nel lontano e ormai leggendario 18 gennaio 2015, dovremo essere assolutamente impeccabili in fase difensiva e letali alla minima occasione da gol, due attributi che male si sposano con la situazione attuale … Continua a leggere